Tempo di lettura: 3 minutiUltimo aggiornamento: 6 Aprile 2021

Procida è l’isola più piccola dell’arcipelago campano, ma come si suol dire ”nella botte piccola c’e’ il vino bono”. Molto diversa dalle più blasonate Capri e Ischia, Procida è una specie di ‘piccolo mondo antico’ dove l’atmosfera è rimasta autentica, legata a secolari tradizioni marinare. Perfetta per chi cerca una dimensione più introspettiva e slow ma non noioisa, è anche adattissima alla vita balneare. Per gli appassionati non mancano scogli e calette, ma in questo articolo andiamo a scoprire le 5 spiagge di Procida da non perdere.

Spiaggia del Postino Procida
Spiaggia del Postino

Procida spiagge: attenzione che sono nere!

Procida ha origini vulcaniche, d’altronde lo stesso Vesuvio non è certo lontano. Le spiagge ne sono una ‘prova’, con la loro sabbia scura. Ok non saranno colori caraibici, ma ti assicuro che il contrasto tra l’azzurro del mare, il nero delle spiagge, i pastelli delle case, il verde della macchia mediterranea e il giallo acceso dei limoni locali è qualcosa di davvero incantevole.

Procida spiagge imperdibili

Silurenza

Silurenza è la spiaggia più vicina al porto, si prende da via Roma e per la sua comodità è piuttosto familiare: c’è anche uno stabilimento balneare. Ma regala divertimento e un piccolo brivido, perché dalle sue acque emerge la roccia Cannone, da cui ci si può allegramente tuffare. Noi l’abbiamo snobbata, perché o ci lanciamo da 10 metri (pensando siano 4) o niente, come puoi leggere nell’articolo in cui Federico racconta le nostre gesta di tuffatori della domenica.

Procida spiagge
Un pezzo di Silurenza dal traghetto

Spiaggia della Lingua (o dell’Asino)

La Spiaggia della Lingua appare nel romanzo di Elsa Morante ‘L’isola di Arturo‘ (che è proprio Procida) ed è molto vicina al porto, dall’altro lato rispetto a Silurenza. È formata da ciottoli, ha un mare blu intenso per via dei fondali più alti, ed è protetta da un alto costone di roccia. Ci si arriva da Marina Grande oppure passando per il Vascello sfondato, uno dei Casali di Terra Murata, il borgo antico di Procida attraverso via Bartolomeo Pagano.

Chiaia

Chiaia è una delle spiagge a Procida più appartate e lunghe, ed è anche in gran parte libera anche se c’è un chiosco/ristorante pare anche molto valido. Per arrivarci devi farti 186 gradini da un vicolo che si prende da Piazza Olmo (e finché sono a scendere…), oppure puoi passare per via dei Bagni, che termina con scalini ma è meno sanguinosa. La spiaggia è riparata dai venti ma a una cert’ora del pomeriggio il Sole sparisce.

Procida spiagge
Chiaia

Cala del Pozzo Vecchio o Spiaggia del Postino

Cala del Pozzo Vecchio o Spiaggia del Postino è la location del famoso incontro tra Mario e Beatrice nel film cult con Massimo Troisi ‘Il Postino’. Scogli e sabbia nera contraddistinguono la piccola baia a forma di ferro di cavallo, che nonostante sia molto frequentata mantiene un aspetto selvaggio. Una parte è libera e una parte attrezzata, inoltre c’è un chiosco bar ‘Del Postino’. Ci si arriva scendendo lungo la strada che costeggia il cimitero.

panorama Spiagga del Postino
Spiaggia del Postino

Ciraccio e Chiaiolella

Ciraccio è la spiaggia dei faraglioni di Procida, indubbiamente meno scenografici e famosi di quelli di Capri, ma comunque è sempre meglio averne: la loro figura la fanno. Sono due blocchi tufacei a un metro dalla costa, che dividono idealmente Ciraccio dalla spiaggia successiva detta del Ciracciello (o Chiaiolella).

Procida spiagge
Spiaggia Chiaiolella

In realtà si tratta dello stesso lungo lembo di sabbia, il più lungo dell’isola e quello con più stabilimenti. Ma non preoccuparti: come nelle altre spiagge, ci sono aree lasciate libere. Nel pomeriggio in questa parte dell’isola tira un certo vento di Maestrale, come abbiamo potuto notare… Infatti è una zona gettonata per il surf. Un plus di Chiaiolella è che da qui si ammira l’isolotto Vivara, la riserva naturale collegata a Procida da un ponte, e addirittura, in lontananza, Ischia.

Quale sarà la tua preferita?

Faccelo sapere, noi ci vediamo al prossimo viaggio!

Simona

EXPLORE. DREAM. DISCOVER.

SCOPRI L’ISOLA DI ARTURO E LE ALTRE ISOLE DELL’ARCIPELAGO CAMPANO:

Procida cosa vedere in 3 giorni sull’isola Capitale della Cultura 2022

Procida dove mangiare, i nostri posti dalla colazione alla cena

Terra Murata Procida, l’antico borgo fortificato a picco sul mare

Cosa vedere a Capri, benvenuto sull’isola delle delizie

I Giardini La Mortella a Ischia, meravigliosa storia d’amore tra piante e musica

La Grotta Azzurra a Capri tra meraviglia, storia e leggenda (e tutte le info!)

E PERCHE’ NON FARE UN SALTO IN COSTIERA AMALFITANA?

Amalfi cosa vedere e dove mangiare nel cuore della Costiera

Sfida tra Villa Rufolo e Villa Cimbrone a Ravello, perle della Costiera amalfitana

Una giornata a Positano: cosa vedere, mangiare e comprare

Come arrivare in Costiera amalfitana e perché è così bella

Autore del post: Simona

Viaggiatrice seriale, ha piazzato una bandierina in ogni angolo di mondo, ma da buona perfezionista qual è vuol continuare a mettere bandierine, facendo impallidire l’Emilio Fede di berlusconiana memoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.