Berlino ha l’Isola dei Musei, e ciò basterebbe a chiudere qualsiasi discorso culturale al riguardo. Parliamo di cinque luoghi stratop e strafamosi che contengono capolavori come la Porta di Ishtar, l’Altare di Pergamo, il Busto di Nefertiti, ma anche una marea di opere incredibili. Eppure, il discorso non finisce per niente qui. Ci sono vari musei insoliti a Berlino, e vale assolutamente la pena visitarli, se sei un tipo curioso e fuori dai soliti itinerari. Il loro comun denominatore, secondo me, si riassume in due parole: sorprendenti e interessanti.

musei insoliti a berlino
Sorprendente e interessante è anche Berlino, qui seppiata per esaltare il clima sospeso nel tempo che abbiamo trovato un pomeriggio

Iniziamo quindi il nostro viaggio tra i musei insoliti a Berlino, con la promessa che quando torneremo in città andremo a vedere anche il Museo del Currywurst!

Museo di Storia Naturale – Museum für Naturkunde

Il Museo di Storia Naturale di Berlino è una chicca. Ok, quello londinese è il più famoso, a cominciare dalla bellezza della sua sede, ma anche questo merita parecchio. Infatti, se la location è meno particolare e il colpo d’occhio dell’atrio meno impressionante, la collezione si rifa in ampiezza e ‘interessanza’ (passami il termine, appena coniato). L’allestimento è veramente ben fatto e l’audioguida ti spiega benissimo tutto, forse pure troppo… diciamo che i tedeschi nelle guide dei musei si dilungano un po’!

musei insoliti a berlino Storia Naturale
Lo sai che i dinosauri so’ alti alti alti, e tu sei piccolina, sei nata Simonina!

Quando entri vieni accolto, come al museo di Londra, da un enorme dinosauro, e da una serie di bacheche con tantissimi fossili, reperti, e relative informazioni. C’è anche la ricostruzione di un campo base di lavoro.

musei insoliti a berlino Storia Naturale
L’atrio del Museo di Storia Naturale berlinese è pur sempre uno splendido colpo d’occhio!

Le sezioni del Museo, che faranno felici i bambini ma anche i grandi interessati al nostro bellissimo e unico Pianeta, sono: Tristan, Il mondo dei dinosauri, Il sistema Terra, Evoluzione, Il cosmo e il Sistema solare, Gli uccelli, La collezione di campioni ‘sottospirito’, I minerali, La tassidermia, Gli insetti. In più ci sono mostre temporanee (noi abbiamo ‘beccato’ quella sui pappagalli).

Due highlight sul Museo di Storia Naturale

Naturalmente (ahaha) lascio a te la scoperta della magnifica collezione museale, ma ti sottolineo un paio di cose. La prima è la raccolta di ‘specimen’ di tutti i gruppi animali, stoccata in uno stanzone ad atmosfera e luci controllate, che fa abbastanza impressione.

Ben 1 milione di campioni, utili per la ricerca scientifica, sono conservati in 276mila barattoli immersi in una mistura fatta al 70% di alcool e al 30 % di acqua. Potrebbero fare un po’ senso, abbiamo visto gente quasi scappare via, ma invece guardandoli da vicino rimani quasi ipnotizzato per quanto sono strani e interessanti. Di sicuro non è una cosa che vedi tutti i giorni (se non sei uno scienziato).

musei insoliti a berlino Storia Naturale
Quell’inquietante che ti attira

La seconda cosa è Tristan… ovvero il Tirannosaurus Rex, ‘mascotte’, diciamo così, del Museo. Si tratta di uno degli scheletri meglio mantenuti mai esibiti, ma il pezzo forte è la testa con l’impressionante mascella che vanta dei denti veramente spa-ven-to-si. Un tipo che non era bello incontrare, durante il Cretaceo Superiore. Astenersi piccoli  – e grandi – impressionabili.

musei insoliti a berlino Storia Naturale
“Che bocca grande che hai, Tristan!” “E’ per mangiarti meglio!” Ciomp! Per fortuna non siamo nel Cretaceo Superiore, sennò era durissima…

Museo d’Arte contemporanea di Berlino – Hambuger Bahnhof/Museum für Gegenwart Berlin

L’Hamburger Bahnhof è uno dei luoghi top per gli amanti dell’arte contemporanea. 10mila mq di esposizione con tutti nomi più rinomati, ricavati negli spazi dell’ex stazione dei treni. L’edificio in sé è molto bello, e viene impreziosito dai neon di Dan Flavin e da una serie di sculture all’esterno.

musei insoliti a berlino Hamburger Bahnhof
L’ingresso dell’Hamburger Bahnhof, da cui si capisce che il museo è anche grosso. Peccato per tutte queste chiusure temporanee. Noi siamo riusciti a vedere poche sale

L’unica avvertenza è che quando siamo andati noi una grossa parte era chiusa per lavori, e da quanto abbiamo potuto capire è una cosa che capita spesso. Perciò ti suggerisco di guardare sul sito del museo cosa c’è in programma e cosa è visitabile in modo da non prendere ‘sòle’.

Ti dico anche però che l’Hamburger Bahnhof è vicina al Museo di Storia Naturale, perciò puoi facilmente unire le due visite. Secondo me è una buona combo, perché gli argomenti in mostra portano a esperienze così diverse che non ti stanchi. Ovviamente puoi spezzare i due musei con una pausa in un caffè o un pranzo!

musei insoliti a berlino
Liberty e Contemporaneo vanno a braccetto, per la gioia degli occhi

Museo dello Spionaggio – Deutsches Spionagemuseum Berlin

Se le spy story hanno tanto successo un motivo ci sarà: a tutti piacerebbe credersi James Bond, no (ok, al limite anche Tom Cruise)? E comodi comodi sui nostri divani, ci piace sentirci fighi e furbi e dinamici vivendo le avventure più incredibili grazie a un film o a un libro. Beh, a Berlino puoi andare oltre immergendoti interamente in un mondo pieno di suspance ed intrighi al bellissimo Museo dello Spionaggio tedesco. Come dice quello, vale la deviazione! Che poi sta pure al centro…

Musei insoliti a Berlino Museo dello Spionaggio Berlino
TA TA TA TAAAAAA

Berlino è il luogo ideale per un museo del genere. Centro nevralgico per i servizi segreti di tutto il mondo e per tutta la durata della Guerra fredda, è soprannominata infatti  ”città delle spie”. Ma la collezione del museo non comprende solo la Seconda guerra mondiale e il periodo post bellico.

Musei insoliti a Berlino Museo dello Spionaggio Berlino
La celebre macchina Enigma, II Guerra mondiale

Parte da carissimo amico, addirittura dagli Egizi e da Giulio Cesare, che inventò un sistema di cifraggio usato ancora oggi. Altro punto di forza è che ci sono tanti, ma proprio tanti, oggetti dei più svariati tipi: cose viste solo nei film! Dalla pistola-rossetto alle telecamere miniaturizzate, dall’ombrello mortale ai veleni, fino a un mezzo di locomozione subacqueo.

Musei insoliti a Berlino Museo dello Spionaggio Berlino
Un mezzo molto pratico. Io davvero vorrei sapere chi cavolo l’ha usato sul serio?!
La cosa più coinvolgente sono le installazioni multimediali, dove puoi interagire. Tipo: puoi realizzare messaggi cifrati, decodificare password, travestirti come una vera spia, e soprattutto cimentarti nella stanza laser. Molto divertente!
Musei insoliti a Berlino museo dello spionaggio berlino stanza laser
Un fermo-immagine della mia performance nella stanza laser. Ero a buon punto. Ero.

SUL MUSEO DELLO SPIONAGGIO E LA STANZA LASER TROVI TUTTO QUI (compresa la mia performance):

Come diventare Catherine Zeta-Jones e James Bond (o quasi) al Museo dello Spionaggio di Berlino

Museo della Fotografia – Museum für Fotografie

Qui ti porto in un museo bellissimo, ovviamente dedicato alla fotografia. La sede è glamour, l’allestimento vasto e curato: tre piani di pura goduria per ogni appassionato. Al pianterreno c’è una permanente su Helmut Newton che, sebbene questo artista non sia nelle nostre corde, abbiamo trovato lo stesso molto interessante.

Musei insoliti a Berlino
L’esposizione dedicata a Newton è molto ampia

Poi ci ha detto bene che per caso abbiamo trovato un’esposizione con foto di alberi, e una su architettura e natura di Sigrid Neubert, ma tutte le ‘exhibitions’ temporanee ci sono sembrate di livello.

musei insoliti a berlino Museo Fotografia
Adooooroooo il rosso!

Museo dei film e della televisione – Museum für Film und Fernsehen Berlin

Concludiamo con una chicca per appassionati, ma d’altronde se stai leggendo sei in cerca di qualcosa di un po’ diverso, giusto? Il Museo dei film e della televisione è quello che fa per te se sei un cinefilo, ma anche se non lo sei. Io per esempio non lo sono, ma la visita mi ha comunque ha coinvolto e guidato in un viaggio nella storia cinematografica tedesca dai film muti alla contemporaneità.

musei insoliti a berlino

Ecco quindi il muto Gabinetto del dottor Caligari di Robert Wiene o la superdiva Marlene Dietrich, e ancora Metropolis di Fritz Lang… attraversando il periodo del nazionalsocialismo e quello dell’opposizione Est-Ovest, si arriva infine ai giorni nostri.

M Fritz Lang
Che interpretazione, eh?

Le cose più belle? La Hall of Mirror, una sala con 141 schermi che rimandano cronologicamente a 50 anni di programmi televisivi dal 1953 al 2006.

musei insoliti a berlino
La Hall of Mirror, molto coinvolgente

Ma secondo me ancora più spettacolare, la stanza fatta tutta a specchi, compreso il soffitto, che rimanda all’infinito la tua immagine sdoppiata e replicata. Da vertigini.

musei insoliti a berlino
Io con queste cose divento pazza! Una stanza incredibile

Tips spiccioli sui Musei insoliti a Berlino

  • I musei isoliti a Berlino, come tutti gli altri che abbiamo visto (ben dieci!), sono curatissimi e ben organizzati, e le esposizioni sono sempre molto interessanti e di buon livello, mai banali.
musei insoliti a berlino
“Caaaaro…. caaaaroooo!” “Frrrr puuuurrrr “
  • I musei isoliti a Berlino che ti ho appena suggerito sono compresi nel Museum Pass Berlin, che comprende anche la famosa Isola dei Musei. Il Pass è davvero conveniente: con 29 euro noi siamo entrati in 10 strutture… tutte di livello dallo stratosferico all’ottimo! Unico neo: dura 3 giorni, perciò le visite vanno ben pianificate. Ma dopo il tour de force, sarai sicuramente soddisfatto!
  • Alcuni musei sono comunque gratuiti il giovedì dalle 16 alle 20.
Sonic Center
Il ‘tetto’ del Sonic Center cambia continuamente colore, regalando un vero spettacolo
  • Il Museo dei film e della televisione e quello dello Spionaggio sono vicini e quindi abbinabili. Il primo è dentro il Sonic Center, bellissimo centro commerciale aperto ma coperto da una struttura incredibile che cambia colore. Il secondo è a pochi passi. Perfetta combinazione per un pomeriggio superlativo! Non so te, ma quando tutto quadra io mi sento felice!

Autore del post: Simona

Viaggiatrice seriale, ha piazzato una bandierina in ogni angolo di mondo, ma da buona perfezionista qual è vuol continuare a mettere bandierine, facendo impallidire l’Emilio Fede di berlusconiana memoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.