Tempo di lettura: 3 minutiUltimo aggiornamento: 9 Settembre 2019

Berlino, consigli utili. Sì, perché i consigli non sono mai abbastanza. E così dopo aver esaminato le 10 cose da fare assolutamente a Berlino, specialmente se si è alla prima visita, e le 10 (+1) cose da fare GRATIS, ecco un altro post di servizio dedicato alla splendida Berlino, stavolta in una chiave di lettura un po’ particolare: le 5 cose da NON fare. Vediamole insieme!

1. Da non fare: includere il lunedì se avete solo pochi giorni e volete visitare musei

Ok, sembra un consiglio del menga, però è bene tenerne conto quando si sta per prenotare l’aereo per Berlino e la tariffa  ‘partenza sabato e ritorno martedì” vi fa l’occhiolino della super offerta… Anche perché se di mezzo c’è un lunedì la comodissima Carta dei musei, che vi consente l’accesso a più di 30 musei al prezzo praticamente irrisorio di 29 euro (se volete saperne di più leggete l’articolo sulle 10 cose da fare a Berlino) ve la sbattete sul naso.

Berlino consigli utili: Pergamonmuseum, Porta di Ishtar
Mica vorrete perdervi la Porta di Ishtar al Pergamonmuseum?

2. Da non fare: acquistare le varie ‘welcome card’, a meno che non siate dei pigri cronici

Possono sembrare molto convenienti (e se siete un certo tipo di turista un po’ incline alla comodità lo sono davvero) ma in fin dei conti nulla batte (da un punto di vista economico e di resa) l’accoppiata Carta dei Musei + Abbonamento settimanale (se volete saperne di più sull’abbonamento settimanale ai trasporti berlinesi leggete l’articolo sulle 10 cose da fare a Berlino). Certo, se avete in mente di fare il giro turistico della città sull’autobus panoramico, forse la Berlin welcom card fa per voi… però, seriamente, è così che volete visitare Berlino? Dài, su, meno pigrizia e più soddisfazioni!

Berlino consigli utili: Alexanderplatz Uban
Ah, la metropolitana di Berlino! Che nostalgia…

3. Da non fare: prendere taxi o auto a noleggio per gli spostamenti

Eresia! Il trasporto pubblico di Berlino è talmente capillare e efficiente che a volte viene voglia di prendere la metro anche solo per provare l’ebrezza di un viaggio come a Roma ce lo sognamo solo dopo una sbronza! Non ce ne vogliano i tassinari berlinesi, ma noi siamo dalla parte di metro-treno-tram-bus.

Berlino consigli utili: Auto colorata a berlino
Niente auto per gli spostamenti in città, a meno che non siano colorate come questa (anzi, neanche questa…)

4. Da non fare: sottovalutare la pericolosità delle piste ciclabili

Ecco il quarto dei nostri consigli utili a Berlino. I berlinesi vanno in bicicletta e vanno molto spediti. Le piste ciclabili sono tantissime ed è più probabile essere stesi da un ciclista che da un automobile. Per quanto ci riguarda, dopo il primo tentativo di omicidio subìto da parte di un ciclista ipercinetico abbiamo imparato a tenere le giuste distanze dalle piste ciclabili. Fatelo anche voi e Berlino vi sorriderà. Oppure procuratevi una bicicletta: in tal caso occhio ai pedoni…

Berlino consigli utili: Marie-Elisabeth-Lüders-Haus
A Berlino si pedala ovunque

5. Da non fare: perdersi in chiacchiere davanti al verde del semaforo pedonale

C’è il verde e c’è il rosso. Non c’è il giallo. I tedeschi non vanno tanto per il sottile. Quindi occhio: appena scatta il verde si attraversa speditamente e senza indugi. Se perdete l’attimo perché state ciacolando o fotografando l’ennesimo angolo fotogenico di Berlino, meglio aspettare il prossimo verde, per evitare di trovarsi a semaforo rosso nel bel mezzo della strada e rischiare di fare conoscenza col parabrezza di qualche Mercedes.

Berlino consigli utili: Ampelmann Berlino
Verde e rosso, senza giallo

Ecco invece tante cose da fare a Berlino:

 


Ma non finisce qui! Leggi anche:

Berlino gratis, musei ma non solo: 11 idee ‘full free’

Berlino, 10 consigli per chi è alla prima visita

Come diventare Catherine Zeta-Jones e James Bond (o quasi) al Museo dello Spionaggio di Berlino

5 musei insoliti a Berlino, per un giro fuori dagli schemi

Il campo di concentramento di Sachsenhausen, un luogo della memoria

Murales Berlino, dove trovare i più famosi nella ‘Mecca della street art’

Autore del post: Federico

Appassionato di tecnologia, cinema, fotografia e viaggi, scrittore per passione e per sostentamento, dottore in scienze naturali, intriso di web fino al midollo. Una specie di Frankenstein: chiamatemi 'Frederàic'!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.