Tempo di lettura: 5 minutiUltimo aggiornamento: 3 Dicembre 2019

Di solito quando si va nel Regno Unito ci si aspetta di mangiare male e in squallidi pub frequentati da ubriaconi. Lo stesso vale per l’Irlanda del Nord, che del Regno Unito fa parte. Ebbene nulla di più falso di questo luogo comune: se una volta era la realtà, oggi non è più così e si possono trovare vere soddisfazioni per la vista e per le papille gustative. In questo articolo ti raccontiamo 5 locali buoni e belli che abbiamo provato e ci sono piaciuti, in modo da rendere il mangiare a Belfast un’esperienza da ricordare. Ce ne è poi un sesto che ti consigliamo ma che non abbiamo testato direttamente, poi scopriremo perché. Pronto a inforchettare?

House Belfast: mangiare easy chic a Belfast

Come spesso accade, quando le cose non vanno secondo i tuoi piani può essere che vadano ancora meglio! Nel caso specifico, volevamo cenare al Crown Liquor Saloon, pub super storico di Belfast. Ma era la nostra prima sera in città e non avevamo prenotato, perciò è stato impossibile trovare posto e abbiamo dovuto ripiegare su altro. Non facile, in una città che conosci ancora zero!

Siamo stati fortunati (ma abbiamo anche occhio, modestamente!): a due passi dal nostro hotel in Botanic Avenue, nella zona universitaria, avevamo adocchiato un locale che da fuori non ci sembrava niente male. Non un pub ma un bellissimo miscuglio di stili: tra il moderno, il casalingo, il botanico, il rustico, il minimale e il decorato. Un insieme perfettamente mescolato! O sarà stato il bellissimo albero (sì, un albero) al bancone ad averci conquistato?

Mangiare all'House Belfast

Sia come sia, l’atmosfera era veramente incantevole. Il cameriere era gentilissimo (come tutti in città), si è informato da dove venissimo (non si capisce dal nostro Oxford English?) e ci ha dato delle dritte su come visitare Belfast.

Abbiamo ordinato hamburger deliziosi e in particolare un mix di mini hamburger, l’House Sliders, che era la fine del mondo! Tre paninetti con dentro tre carni diverse e diversamente cucinate, un vero viaggio nei sapori. In generale tutto il menu era molto sfizioso, ma le porzioni non proprio esili non consentivano di ordinare troppi piatti…

Mangiare all'House Belfast

Dove lo trovi: House Belfast, 59-63 Botanic Avenue.

The Crown Liquor Saloon: mangiare nella storia a Belfast

Siccome siamo testardi, la seconda sera abbiamo prenotato al The Crown Liquor Saloon e con la sicurezza dell’anziano che si dirige allo sportello delle Poste siamo saliti al primo piano per cenare di buon diritto! La parte del locale dove si mangia è molto accogliente e ben curata, sempre con un’aria da pub senza però esserlo.

Si sta bene, tranquilli, e abbiamo anche avuto le nostre soddisfazioni: la Steak Pie alla birra (Guinness ovviamente) era goduriosissima. Se non sai cosa sia devi rimediare! E’ una torta sfoglia che racchiude un cuore di carne (o altro) insaporita in vario modo e stufata. Accompagnata da verdure e purè o patate fritte è un toccasana per le serata fredde del Nord.

Mangiare a Belfast

 

Il vero clou del Crown Liquor Saloon però è il pian terreno. Entrare qui dall’ingresso principale è entrare in un mondo caotico e vivace, pieno di odori, voci, risate, e alcool che gira a fiumi. È una vera immersione nella vita dei belfastesi e nel mondo dei pub. In più il Crown ha un soffitto tutto intagliato, un sacco di specchi, un lungo e magnifico bancone in legno, e una cosa divertentissima: in pratica ai lati le panche e i tavoli per sedersi sono divise in ‘privee’ con tanto di porte tipo saloon, appunto.

Non è facilissimo trovare posto nei separè, noi non ci siamo riusciti. Ma prendere una birretta al bancone e rimanere lì a chiacchierare è un’esperienza davvero local in un’atmosfera unica e allegra.

Crown Liquor Saloon

Dove lo trovi: Il The Crown Liquor Saloon si trova al centro: 46 Great Victoria Street. Unica accortezza è che se vuoi cenare devi prenotare e sul sito non si accettano prenotazioni per il giorno stesso.

Muriel’s Cafe-Bar: mangiare con ‘tolleranza’ a Belfast

Uno dei locali che straconsigliamo è il Muriel’s. Sia per il suo intrigante e complesso passato, che l’ha visto trasformarsi da vecchio negozio di cappelli nonché casa di tolleranza in estroso e chiccoso cafè. Sia perché abbiamo mangiato bene in un ambiente dove aleggiavano le storie di tutti quelli che sono passati di qui, tra specchi con cornici dorate, vecchi divani, lampadari di vetro ma anche un originale festone di reggiseni!

Muriel's Cafe

Confesso di essermi fatta tentare dai nachos, di cui sono particolarmente ghiotta. A mia discolpa devo dire che a Belfast vengono declinati ogni volta in maniera diversa, e molto gustosa. Quelli di Muriel’s, oltre a essere un piatto che la metà bastava, sono stati da applauso.

Dove lo trovi: il Muriel’s Cafe-Bar è centrale, in 12-14 Church Lane. Mitico, uno dei locali più apprezzati nel nostro viaggio.

Muriel's Cafe

Grannie Annie: mangiare con la musica a Belfast

Il Grannie Annie è un altro locale dove siamo capitati ”a naso”, spinti peraltro dall’unico acquazzone che abbiamo preso in Irlanda. Il posto è molto grande (ricordiamo che in parecchi posit se non prenoti hai difficoltà a sederti) e arredato in maniera rustica ma d’effetto con una marea di oggetti di vita quotidiana, anche contadina o comunque casalinga.

L’atmosfera è calda e accogliente nonché caotica e vivace, tra vecchi orologi, legno, arnesi da lavoro, tendine a quadretti. Un punto in più il Grannie lo guadagna per la musica dal vivo che tutte le sere accompagna le chiacchiere e le birre di chi trascorre qui qualche ora.

Mangiare a Belfast

Dove lo trovi: il Grannie Annie è all’ 81 Chichester Street, vicino al centro commerciale Victoria Square per cui abbastanza centrale.

Lo trovi anche a Derry, ma noi lì non lo abbiamo provato avendolo già sperimentato a Belfast.

Duke of York: mangiare nella movida a Belfast

Torniamo a qualcosa di storico, un vero must di Belfast che peraltro vanta diversi pub d’epoca. Il Duke of York è uno di questi. Intanto è allocato in una stradina acciottolata deliziosa e molto gettonata per le foto da mettere su instragram. La stradina poi, almeno col clima mite, diventa un prolungamento dell’interno, brulicante di oggetti e caotico, del Duke. Un sacco di gente quindi chiacchiera fuori con la birra in mano e le dinamiche della serata sono abbastanza fluide: chi entra, chi esce, chi beve e chi ride. Spesso c’è musica dal vivo, quindi un punto in più anche per il Duke of York!

Belfast

Dove lo trovi: il Duke of York è in 9-11 Commercial Court, al centro del Cathedral Quartier e della movida di Belfast.

Maggie May’s Cafe: mangiare con poco a Belfast

Chiudiamo con un suggerimento che non abbiamo provato direttamente, ragione per la quale il nostro pezzo parla di 5 locali più 1. Lo segnaliamo perché è uno dei posti più consigliati dai blogger, italiani e stranieri: ebbene sì, anche noi leggiamo articoli come questo che stiamo scrivendo!

Soprattutto, essendo a due passi dal nostro hotel ci siamo passati davanti continuamente e possiamo confermare che il Maggie May’s è molto carino, piccolino, sempre pieno, con belle proposte di cose da mangiare a prezzi contenuti in un ambiente molto informale e familiare. Ci sentiamo perciò di confermare i suggerimenti altrui: ci ha fatto un’ottima impressione.

Dove lo trovi: Maggie May’s Cafe in 50 Botanic Avenue.

Ultimo consiglio: la zona universitaria è piena di locali ed è una valida alternativa se non vuoi soggiornare al centro.

Muriel's Cafe

Non mi resta che augurarti Buona abbuffata, noi ci vediamo al prossimo viaggio!

Scopri cosa fare a Belfast oltre a mangiare e poi prosegui il tuo viaggio nel Nord dell’Irlanda!

Belfast, 5 cose da vedere gratis nella capitale dell’Irlanda del Nord

Museo Titanic e Titanic Quartier a Belfast: come (e perché) visitarli

Irlanda, cosa vedere nel nord: 8 posti imperdibili

5 cose che ho imparato durante il mio viaggio in Irlanda del Nord

Giant’s Causeway: leggenda e guida al Selciato del Gigante

The Dark Hedges, una passeggiata tra storia e fantasy lungo la Strada del Re

Carrick a Rede Rope Bridge, l’adrenalinico ponte sospeso del Nord Irlanda

Autore del post: Simona

Viaggiatrice seriale, ha piazzato una bandierina in ogni angolo di mondo, ma da buona perfezionista qual è vuol continuare a mettere bandierine, facendo impallidire l’Emilio Fede di berlusconiana memoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.