Ultimo aggiornamento: 21 Dicembre 2018

Oggi vogliamo raccontarti una storia. Una storia di amicizia, difficoltà, coraggio e speranza. Di determinazione, sogni inseguiti e tanto tanto amore per la vita. Tutto comincia 20 anni fa. I nostri protagonisti si chiamano Danilo e Luca e si conoscono in un luogo dove nessuno di noi mai vorrebbe trovarsi: nell’Unità spinale di Torino. Un incidente li ha resi immobili dalla vita in giù.

Ma pure in questa situazione, i due ragazzi non si perdono d’animo e, per dirlo con le loro stesse parole, decidono di vederla come ”un nuovo inizio”. Sì, perché per essere felici nella vita devi innanzitutto decidere di esserlo!

Viaggio Italia

Dall’amicizia tra Luca e Danilo nasce Viaggio Italia

L’amicizia tra Danilo e Luca, uno progettista e designer e l’altro architetto e musicista, è cementata da grandi passioni in comune: quella per lo sport, specialmente se estremo, e quella per i viaggi. Ora: se stai leggendo queste righe, in un un travel blog, significa che anche tu, come noi che le stiamo scrivendo, conosci bene quanto sia forte il desiderio di scoprire, esplorare, conoscere. In  una parola, viaggiare.

E quando uno vuole davvero una cosa, non esistono limiti, come per Danilo e Luca, che quattro anni fa hanno dato vita a un progetto basato proprio sulla combinazione ‘sport e viaggi‘. Lo hanno chiamato Viaggio Italia ma il nome è forse ormai un po’ ingannevole, nel senso che dal Bel Paese i nostri amici si sono allargati ‘Around the world‘, rompendo ogni confine e ogni barriera, mentale e fisica.

Viaggio Italia tra il Bel Paese e il Mondo

Hanno cominciato con 30 tappe in Italia, da Nord a Sud. Un’occasione per parlare di accessibilità e inclusione ma non solo: anche di innovazione e tecnologia, perché tutte le loro esperienze vengono condivise sul blog e sui social. La parola d’ordine infatti è ‘condivisione‘, ‘incontro’, e l’obiettivo è offrire spunti utili a chi si trova nella stessa situazione ma anche a chi no. Secondo noi infatti sono riflessioni utili a tutti!

Danilo e Luca, con Viaggio Italia, si sono poi allargati al mondo, grazie anche a sponsor come Lufthansa, ed ecco che li ritroviamo in destinazioni magnifiche tipo il Brasile, l’India e l’Africa. Guarda che meraviglia di video, c’è tutto: gioia, avventura, incontri, sport, viaggio, e il paesaggio scabro e infinito del Ladakh.

Viaggio Italia tra sport estremi e viaggio

C’è un’altra parola d’ordine, anche questa affidata alle bellissime immagini del video: ‘sfida‘: Luca e Danilo infatti nelle loro scorribande si cimentano non solo nel viaggiare in sé ma anche in attività come surf, deltaplano, parapendio, handbike, canoa… e chi più ne ha più ne metta!

Potrebbero sembrare tutte cose fuori dal mondo, inaccessibili, e invece chiunque può viverle a sua volta. Basta prendere parte a un viaggio tutto bello organizzato, sulla scia di quelli fatti da Danilo e Luca, che trovi sul sito di Viaggio Italia nella sezione ‘Parti con noi’. Puoi guardare i video dei viaggi in Brasile, Africa e India sul sito di Viaggio Italia. Il mantra di ogni viaggio è: condividere.

Viaggio Italia come viaggio di vita: #daidaidai

Viaggio Italia è un bel progetto di comunicazione, che vede tra gli sponsor aziende come Lufthansa. Un progetto che intende parlare e mostrare la disabilità da un punto di vista diverso. Non negando le difficoltà (che Luca e Danilo ci raccontano: ad esempio quanto sia complicato trovare una macchina a noleggio che abbia i comandi adattati), ma sottolineando le possibilità.

La vita stessa è un viaggio, e a ogni tappa è importante saper ripartire. Un messaggio che ci piace moltissimo perché, anche se la maggior parte di noi non deve confrontarsi con problematiche così importanti, comunque sono tante le situazioni di difficoltà e di dolore dove bisogna sempre riuscire a dirsi, come Luca e Danilo, #daidaidai.

Autore del post: Simona

Viaggiatrice seriale, ha piazzato una bandierina in ogni angolo di mondo, ma da buona perfezionista qual è vuol continuare a mettere bandierine, facendo impallidire l’Emilio Fede di berlusconiana memoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.