Tempo di lettura: 2 minutiUltimo aggiornamento: 19 Agosto 2020

Ci siamo dentro tutti. L’infezione da coronavirus minaccia le vite dei più indifesi così come l’intera struttura sociale di cui facciamo parte. Ironicamente verrebbe da dire che il Covid-19, stufo della Cina, abbia voluto fare le valigie per far visita all’affascinante Italia. Dopodiché, in trans agonistica da viaggi, abbia deciso di visitare ogni parte del mondo. Così è, c’è poco da fare: stavolta il travel blogger più famoso del mondo è proprio lui, Covid-19. Se avesse un blog. Ma di certo non mancano siti che parlano di lui.

A noi travel addicted cosa resta? Possiamo solo aspettare che passi la buriana, rinchiusi come tutti (e per il bene di tutti) nei nostri appartamenti a guardare con un po’ di nostalgia e fremente voglia di partire le guide della Lonely Planet impilate in libreria.

Oppure… oppure possiamo viaggiare (quasi) veramente, sfruttando la tecnologia! Ragazzi, è giunto il momento di affidarci al teletrasporto!

Ecco a voi T-E-L-E-P-O-R-T.ME, un sito che simula il famigerato teletrasporto di Star Trek per portarvi da dove state poggiando le chiappe in questo momento in un qualsiasi altro posto del pianeta Terra, sia esso l’interno di un museo olandese o un’amena spiaggia della Grecia.

“Scotty, beam me up!”

Il tutto sfruttando i dati di Google Street View, cosa che vi permetterà di esplorare a 360° la zona dove siete stati “teletrasportati”.

teleport.me
WOW! Le cascate dell’Iguazu! Mi è andata di lusso!

Il posto non vi piace? Sentite l’improvvisa voglia di cambiare aria? Niente di più facile: basta premere nuovamente il tasto ‘teleport’ e zak! eccovi in un altro angolo casuale di mondo.

Vi assicuro che la cosa è estremamente affascinante.

E allora resistiamo ed esploriamo il mondo dal nostro divano, in attesa di uscire nuovamente fuori, zaino in spalla, diretti all’aeroporto, poi in fila al gate e di nuovo in cielo pronti a esplorare strani nuovi mondi, per arrivare là dove nessun blogger è mai giunto prima.

Forza! Coraggio! “… energia!”

teletrasporto energia

Autore del post: Federico

Appassionato di tecnologia, cinema, fotografia e viaggi, scrittore per passione e per sostentamento, dottore in scienze naturali, intriso di web fino al midollo. Una specie di Frankenstein: chiamatemi 'Frederàic'!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.