Dopo il nostro articolo sulla Capitale della Cultura Italiana 2018, sappiamo che fremete dalla curiosità di sapere quali città siano state scelte invece a livello europeo… E noi ve lo diciamo subito! Basta cercare su google e risposta è presto detta: si tratta di Leeuwarden (Paesi Bassi) e La Valletta (Malta).

Un po’ meno rapido è scoprirne il programma e decidere se partire… Ma come per Palermo, vi aiutiamo noi. Almeno per quanto riguarda La Valletta, perché su Leeuwarden confessiamo l’ignoranza più completa, anzi ci farebbe piacere avere info da chi di voi la conosce!

Invece a La Valletta, chiamata anche ‘Città Umilissima’ e ‘Città fortezza’, ci siamo stati. Guardare il programma di eventi per il 2018 è stato bello, ci ha riportato piacevolmente a passeggiare per quelle stradine…

Concattedrale di San Giovanni
La sobria facciata della concattedrale di San Giovanni. Dentro è tutta un’altra storia

Malta, di cui La Valletta è capitale, è anche una delle destinazioni Best in Travel 2018 – Top 10 Paesi. Un motivo in più per andarci, tenendo anche presente che con 300 giorni di sole l’anno l’arcipelago è bello da vedere in tutte le stagioni. Già, forse (molto forse) non tutti sanno che parliamo di un arcipelago, le cui isole abitate sono Malta, Gozo, Comino. Ecco perché, in questo caso specifico, la designazione a Capitale culturale comprende anche le isole.

tramonto sul mare
Siamo su un’isola, e il tramonto è uno spettacolo

La Valletta Capitale della Cultura Europea 2018

Premessa: abbiamo sviscerato il megapdf del programma (228 pagine, puff pant), e possiamo dire che è mooolto ricco. L’altra cosa cosa che vogliamo sottolineare è che punta a incoraggiare il dialogo e la partecipazione. Bello no? D’altronde Malta è piccolina ma ha sempre avuto un’anima frizzante e cosmopolita: qui sono passati tantissimi popoli.

bus Malta
Uno dei caratteristici bus

Fenici e Cartaginesi, Romani e Bizantini, Arabi, Normanni, Aragonesi, Francesi, e infine gli Inglesi fino all’indipendenza nel 1964. Non possiamo tralasciare ovviamente Carlo V, che lasciò in eredità Malta all’Ordine Sovrano Militare di San Giovanni di Gerusalemme che la governò dal 1530 al 1798. Un’età dell’oro, durante la quale Malta divenne protagonista culturale in Europa.

Ma torniamo al presente di questo effervescente 2018 che la vede di nuovo protagonista e passiamo al programma di eventi, che si articola su quattro temi: Generazioni, Itinerari, Città e Isole.

Highlights – La Valletta Capitale della Cultura Europea 2018

A onor del vero l’anno culturale è partito il 20 gennaio, ma non temete: siamo solo all’inizio! Pensate che in calendario ci sono 140 progetti e 400 eventi, che vanno dalla musica all’arte visual, dalle residenze d’artista ai festival tradizionali, dalle performance alle attività per famiglie. Il nostro consiglio quindi è di spulciare bene il programma (in inglese) e il sito, scegliere quello che vi interessa e di organizzarvi il viaggio di conseguenza. Ce n’è per ogni gusto.

La Valletta
Uno scorcio tra i vicoli de La Valletta si apre sul mare

Se poi giustamente non vi va di guardarvi il megapdf con il programma, ecco qui la nostra selezione.

CARNIVAL

9-13 febbraio 2018
Cominciamo dal Carnevale, non solo per ragioni cronologiche: si tratta di una delle feste più sentite e tradizionali dell’isola. Per 4 giorni il centro storico della capitale è invaso da colori e dalle maschere, dalla musica delle bande e dalle danze dei ballerini con i loro elaborati costumi. Momento clou la parata con i costumi fatti a mano, di ispirazione satirica o di puro divertimento.

EUROPEAN EYES ON JAPAN

30 marzo-29 aprile 2018
Spazju Kreattiv, Upper Galleries
Fin dal 1992, sono stati incoraggiati gli scambi tra le varie Capitali della Cultura europee e il Giappone. Quest’anno, sono previste diverse partnership che fondono pratiche tradizionali, arte e design contemporanei nell’ambito di Japan&Valletta 2018. Troviamo poi il progetto di Arte visuale European Eyes on Japan: ovvero come scoprire il Paese del Sol Levante attraverso le opere di due fotografi, una maltese e uno di Leeuwarden, che lì vivono e lavorano. Attraverso occhi europei, appunto.

VALLETTA GREEN FESTIVAL

4-6 maggio 2018
St Georges Square, Valletta
Come ogni anno, Piazza San Giorgio diventa un infinito tappeto floreale composto da circa 80mila piante. Appresso, iniziative family-friendly e a favore della consapevolezza ambientale, oltre alla possibiltà di vedere tesori come i giardini del Palazzo dell’Arcivescovo, antichi 400 anni, e il Convento di Santa Caterina.

MALTA FASHION WEEK & AWARDS

28 maggio-2 giugno 2018
Fort St Elmo, Valletta
Una settimana di full immersion nella moda. Designer, sfilate, stilisti, makeup artist, fotografi, per giorni pieni zeppi di glamour.

VALLETTA FILM FESTIVAL

8-17 giugno 2018
Location varie a Valletta
Film e cortometraggi la fanno da padrona nelle sale e nei cinema all’aperto. Tre sezioni in concorso (Film, Documentari, Cortometraggi), sottoposte a giurie internazionali. Un’altra sezione si chiama ‘Without Borders’ e si focalizza ogni anno su una differente area del Mondo. Quest’anno tocca all’Asia orientale. Nel 2018 ci sarà anche la conferenza biennale sul Cinema of Small Nations con dibattiti e attività varie.

MALTA MEDITERRANEAN LITERATURE FESTIVAL

23-25 agosto 2018
Fort St Elmo, Valletta
Dal cinema passiamo ai libri. Il Malta Mediterranean Literature Festival è un appuntamento annuale che unisce scrittori e traduttori dall’area ovviamente mediterranea ma non solo. Al centro la letteratura maltese e in generale gli scambi culturali. Nel 2018 inoltre una speciale edizione multidisciplinare combinerà testi e musica.

SCIENCE IN THE CITY

28 settembre 2018 // 6pm – 12am
Location varie a Valletta
Il Festival maltese delle scienze e dell’arte torna in occasione della Notte europea dei Ricercatori. Installazioni ed esibizioni, street art, esperimenti live, teatro, il tutto adatto anche per le famiglie.

NOTTE BIANCA

6 ottobre 2018
Valletta
Un progetto annuale incentrato sui media digitali. Artisti locali e internazionali animeranno la notte con musica, balli, film e performance teatrali. Saranno aperti musei, palazzi storici e gallerie (gratis), oltre a cafè e ristoranti.

MALTA INTERNATIONAL ARTS FESTIVAL

29 giugno-14 luglio 2018
Valletta
Mostre ed eventi multidisciplinari alla scoperta del ricco tessuto storico e culturale di Malta. Il Festival spinge gli artisti ad attivare sinergie, ad abbattere i confini e a spingersi in pratiche innovative e interattive.

MALTA BOOK FESTIVAL

Novembre 2018
Mediterranean Conference Centre, Valletta
Altro evento importantissimo nell’isola, dedicato a tutti gli amanti dei libri. Reading, incontri con gli autori, presentazioni, bookshop, e chi più ne ha più ne metta per esplorare il vitale mondo della pagina stampata.

SPETTACOLO DI CHIUSURA

15 dicembre 2018
St George’s Square, Valletta
Prevista una line-up di show e musica live, con qualche sorpresa. Si celebreranno il senso di comunità, la vita e la cultura, con l’entusiasmo messo negli eventi che si saranno svolti durante l’anno. Insomma, vogliono finire col botto.

Gli altri eventi de La Valletta Capitale della Cultura Europea 2018

Questi erano gli eventi principali, gli ‘highlights’, ma sappiate che il programma è diviso in diverse parti. Le sintetizziamo al massimo:

  • COMMUNITY

Arte e performance, danza e musica per portare la cultura porta a porta assecondando le tradizioni mediterranee che vedono tra le cose belle della vita i rapporti familiari e amicali, financo coi propri vicini di casa.

bow window a La Valletta
Bow Window
  • VISUAL ARTS

Per investigare visibile e invisibile e stimolare dibattiti e cretività creando un network locale e internazionale di artisti di alto profilo. Tra gli eventi: Utopian Nights (maggio-luglio e agosto-dicembre 2018), Subterranean Matter (agosto-settembre 2018), Constellation Malta (ottobre-dicembre 2018).

  • DESIGN

Nuovi modelli di vivere in città complesse. Tra gli eventi: Valletta Designer Cluster (aprile 2019), Design&Tecnology Expo@The Malta Robotics Olympiad (20-22 aprile 2018), Malta Design Week (novembre 2018).

  • CHILDREN & YOUNG PEOPLE

Per nutrire e coinvolgere i giovincelli di oggi, che saranno gli artisti e il pubblico di domani. Tra gli eventi: U-19 Malta: Create your world (agosto 2018 Award Ceremony – settembre 2018 Presentazione all’Ars Electronica Festival di Linz, Austria – novembre 2018 Mostra finale).

  • PERFORMANCE

Un programma super variegato per un’esperienza sensuale, fisica, che arriva a coinvolgerti in prima persona in workshop creativi. Tra gli eventi: Dance Showcases (maggio 2018) e Malta Calls (21 luglio 2018).

  • OPERA

Un ricco viaggio nel mondo dell’opera con tra le altre il Don Giovanni di Mozart (5-7-9 marzo 2018), l’Aida di Giuseppe Verdi (11-13-15 settembre 2018) e imprescindibile il Corto Maltese: una ballata del mare salato (20-22 settembre 2018) di Hugo Pratt.

  • MUSIC FESTIVALS

Dal metal alla musica barocca a quella elettronica al jazz: come unire isole e uomini grazie alla musica. Tra gli eventi: il Malta International Baroque Festival (si tiene a gennaio, perciò ormai se ne riparla nel 2019), il Circuits 2018 – An Electronic Music Concert and Conference (7 aprile 2018), il Rock the South 2018 (20-22 aprile), il Malta International Jazz Festival – Jazz on the Fringe (luglio 2018) e… rullone di tamburi e riffone di chitarra… il Malta Doom Metal Festival (19-20 ottobre 2018. Ci facciamo un pensierino!)

  • WORLD SOUNDS

Lo Spirito della Musica che corre tra i tanti suoni diversi nel mondo. Una ricchezza che trascende i confini. Tra gli eventi ne abbiamo scelto uno dal nome bellissimo: Unity in Music Diversity (25 marxo 2018).

  • ENCOUNTERS

Valletta 2018, residenza d’artista per facilitare la mobilità degli artisti e l’esplorazione di prospettive inaspettate, stimolando il dibattito creativo.

The last one… ll Birgu Fest

Ottobre
Nell’ antico borgo marinaro di Birgu, noto anche come Vittoriosa, gli abitanti aprono le proprie case ai visitatori, che possono entrare in contatto con la gente del posto, godersi la musica all’aperto e assaggiare lo street food locale. Elemento centrale del Fest sono le candele: al tramonto ogni luce elettrica viene spenta e la notte viene illuminata da oltre 20mila candele accese. Immaginate che atmosfera romantica e suggestiva.

Birgu
La magia di Birgu all’imbrunire. Pensate illuminata dalle sole candele

Uno sguardo super veloce a La Valletta

Nella capitale, che prese il nome da Jean Parisot de la Valette, Gran Maestro dell’Ordine di S. Giovanni, trovate un po’ tutti gli influssi storici e culturali stratificati nei secoli. Buttate un occhio ai tipici balconi in legno colorati di Battery Street, passeggiate tra le particolarissime viuzze del centro storico Patrimonio Unesco, ammirate gli imponenti bastioni di questa che non a caso chiamano Città-fortezza. Poi fate shopping a Republic Street, il suo cuore commerciale, e assaporate dell’ottimo cibo in qualche localino.

ppolpo alla brace
Dove passiamo noi non crescono più polpi

Due must a nostro avviso. Il primo: gli Upper Baracca Gardens, giardini balconati da cui si può ammirare un magnifico panorama sul Grand Harbour con Senglea, Vittoriosa e Cospicua.

Grannd Harbour
Trovate questo panorama fantastico dagli Upper Baracca Gardens

E respirare storia, anche la più vicina a noi: pare che da qui Eisenhower ordinò l’invasione della Sicilia. Più prosaicamente, potete respirare anche aria di cinema: da queste parti sono state girate scene del Gladiatore e di Troy.

Upper Baracca Gardens
Senglea, Vittoriosa e Cospicua

Secondo must, la Concattedrale di San Giovanni, che oltre alle proprie bellezze custodisce ben due Caravaggio. Il pittore, accusato di omicidio, per sfuggire alla condanna a morte si rifugiò infine a Malta (diventare Cavaliere gli avrebbe dato l’immunità) e dipinse La Decollazione di San Giovanni Battista e il San Girolamo Scrivente.

Caravaggio
San Girolamo forse intento a scrivere un post

Insomma ragazzi, Malta è sempre una destinazione top, quest’anno ancora di più. Avete in programma di andarci?

Malta panorama
Malta è piena di magnifici panorami

Autore del post: Simona

Viaggiatrice seriale, ha piazzato una bandierina in ogni angolo di mondo, ma da buona perfezionista qual è vuol continuare a mettere bandierine, facendo impallidire l’Emilio Fede di berlusconiana memoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.